La soluzione OTT di Audio.One
con Open Radio

La soluzione OTT
di Audio.One
con Open Radio

Il panorama radiotelevisivo si è evoluto notevolmente negli ultimi dieci anni, con le piattaforme OTT al centro della scena. Sebbene le tradizionali radio FM mantengano il loro fascino, c’è un’innegabile attrazione verso l’ascolto e l’interazione online, con un grande potenziale per le emittenti radiofoniche.

Presidiare lo spazio online non solo è vantaggioso, ma ormai è cruciale per le emittenti. Open Radio è nata proprio per questo e oggi ha incontrato Audio.One, che completa il suo Ecosistema a disposizione degli editori, degli ascoltatori e degli inserzionisti pubblicitari con una soluzione estremamente flessibile ed efficace di App per smartphone e dispositivi mobili, ma anche Web App che si adattano agli schermi grandi.

La soluzione OTT per gli editori indipendenti

Grazie ad Audio.One e Open Radio, un’emittente radiofonica potrà disporre di strumenti del tutto paragonabili a quelli degli OTT più importanti al mondo, tanto per user experience delle app, quanto per capacità di programmazione, analisi e monetizzazione dei contenuti, potendo finalmente competere ad armi pari.

Jan Müller è il CEO di Audio.One. Come ex conduttore radiofonico, conosce bene il mondo della radio e le sue dinamiche di intrattenimento e marketing. Jan è quindi l’interlocutore ideale per scoprire come la radio e le richieste del suo pubblico si siano evolute. Punto per punto, indichiamo di seguito anche le soluzioni che Audio.One e l’Ecosistema Open Radio hanno reso alla portata di tutte le emittenti a fronte di queste richieste.

Jan Müller

Evoluzione del pubblico

«Il pubblico di oggi è “digital first”. Con gli smartphone a disposizione di tutti e la penetrazione di Internet in continua crescita, l’ascoltatore moderno cerca la comodità. Stabilendo una solida presenza online, le stazioni radio possono soddisfare questo pubblico digitale, garantendosi un futuro in cui le loro emittenti saranno sempre accessibili».

Le Mobile App e Web App di Audio.One assolvono a questa funzione, portando su tutti i dispositivi i contenuti audio, video, testuali, interattivi e pubblicitari delle emittenti radio con un’user experience semplice, chiara e coinvolgente, simile a quella delle piattaforme per film, serie TV, podcast e ascolto di musica più famose al mondo.

Contenuti On Demand

«A differenza della radio tradizionale, le piattaforme online consentono agli utenti di fruire dei contenuti come e quando lo desiderano. Ti sei perso il tuo programma preferito? Nessun problema! Le piattaforme online permettono l’ascolto On Demand e gli utenti possono interagire con i contenuti ogni volta che lo desiderano. Per le emittenti radiofoniche, questo significa un ciclo di vita dei contenuti più lungo a parità di impegno per produrli e più occasioni di contatto con gli ascoltatori».

Proprio per questo, e per automatizzare la registrazione e la pubblicazione dei programmi trasmessi in modo che possano essere ascoltati anche successivamente, Open Radio ha creato il servizio Radio on Demand, completato dal servizio Podcasting per i contenuti che invece gli editori creano in modo nativo, e da NewsBit AI che trasforma il testo scritto in podcast montando automaticamente gli episodi con sigle e sottofondo musicale secondo template predefiniti.

Ciascuna emittente può agganciare facilmente e anche in modo autonomo i servizi Radio on Demand, Podcasting e NewsBit AI di Open Radio alla piattaforma Audio.One, portando così i contenuti su Mobile App, Web App e in generale rendendoli fruibili con un’user experience al medesimo livello qualitativo delle più note piattaforme OTT per l’ascolto dei podcast, della musica in streaming e la visione di serie TV e altri contenuti.

Opportunità di monetizzazione

«Le piattaforme digitali aprono la porta a diverse strategie di monetizzazione. Dai contenuti sponsorizzati ai paywall per i contenuti premium, alle campagne Display, Video e Digital Audio dei clienti diretti dell’emittente radiotelevisiva, al Programmatic Advertising, ci sono numerosi modi di aumentare il fatturato, spesso con capacità di targeting migliori rispetto ai metodi pubblicitari tradizionali».

Audio.One contiene tutti gli strumenti per gestire campagne pubblicitarie multimediali e il collegamento con Open Radio porta un valore aggiunto, data la sua capacità di gestire l’inserzione degli spot audio in modalità server-side. Questo consente di monetizzare tutti gli ascolti: quelli che avvengono sulle app di Audio.One, ma anche quelli che avvengono da qualsiasi altro player, sia nelle proprietà dell’Editore (es. il suo sito web e la stessa App Audio.One), sia terze (es. aggregatori).

Analisi dei dati

«Nel dominio digitale tutto è misurabile. Audio.One offre informazioni utili sul comportamento e le preferenze degli ascoltatori. Grazie a questi dati, le emittenti possono perfezionare la propria strategia editoriale e commerciale, ottimizzare le campagne pubblicitarie dei loro clienti e creare esperienze di ascolto più personalizzate».

I servizi di Analytics connessi alla piattaforma di Open Radio e dei suoi partner come SoundCast e gli streaming service provider, allargano ulteriormente l’analisi agli ascolti che avvengono tanto sulla piattaforma Audio.One, tanto sugli altri touchpoint controllati direttamente dall’editore, tanto su applicazioni di terzi.

Flessibilità e innovazione

«Le piattaforme online, compresa Audio.One, non riguardano solo l’audio e sono intrinsecamente flessibili. Consentono alle emittenti di sperimentare nuovi formati di contenuti, programmi ed eventi interattivi o nicchie di interesse che potrebbero essere rischiose o impossibili da trattare per la radio tradizionale. Ciò favorisce l’innovazione e può portare alla scoperta di segmenti di pubblico completamente nuovi».

Audio.One permette di analizzare nel dettaglio il comportamento degli ascoltatori ed elaborare le proprie strategie di conseguenza.

«L’online non è una sfida alla radio tradizionale: è un’estensione della radio tradizionale. Abbracciando il passaggio al digitale, le emittenti radiofoniche possono reimmaginare i loro contenuti, ampliare la portata della loro attività e consolidare la loro posizione nel panorama dei media moderni».

Niente più upgrade costosi dell’App

Il settore delle applicazioni per dispositivi mobili è complesso. Gli smartphone hanno una varietà di sistemi operativi ed è oneroso far sviluppare e soprattutto manutenere un’App creata appositamente per una sola emittente radio. Se, poi, si desidera modificare la struttura dell’App, ad esempio per aggiungere una pagina, un nuovo canale webradio o un feed di articoli o di podcast, spesso bisogna passare dallo sviluppatore, che realizza e pubblica un aggiornamento personalizzato. Poi bisogna attendere che tutti gli utenti aggiornino la loro versione dell’app. Questo processo è oneroso anche a livello economico.

Audio.One ha risolto il problema alla base: la parte statica dell’app, sviluppata inizialmente, contiene una quantità minima di elementi, come il logo e quel che serve per descriverla sugli store. Tutto il resto, non solo quindi il contenuto, ma anche le sezioni entro cui l’emittente radio decide di organizzarlo e mostrarlo, e anche la posizione di queste sezioni nell’app, il layout, le icone, i messaggi pubblicitari ecc., si possono gestire in autonomia con un pannello di controllo molto intuitivo, semplicemente collegandosi ad Audio.One attraverso il browser del proprio computer.

Inoltre, Audio.One aggiorna costantemente le App rispetto alle novità dei sistemi operativi dei dispositivi, in modo che siano sempre compatibili ed efficienti.

È un enorme risparmio di grattacapi, tempo e denaro.

La soluzione più semplice per competere con gli OTT

Nell’era della trasformazione digitale, per un’emittente radiotelevisiva essere online non è solo un’opzione: è una necessità per continuare ad avere successo e crescere nel tempo.

Oggi tutto questo è possibile con la massima flessibilità. Con Audio.One e l’Ecosistema Open Radio le soluzioni sono realmente alla portata delle emittenti radiofoniche di tutte le dimensioni, commerciali e comunitarie, locali e nazionali.

Il team Open Radio, insieme a quello di Audio.One e degli altri partner, è pronto ad affiancare gli editori radiofonici con un approccio che parte proprio dalla conoscenza specifica del settore, dalle loro necessità, plasmando la tecnologia come strumento risolutivo. Puoi prenotare un colloquio senza impegno scrivendo qui.

Touchpoint collegati

Proprietà dell'editore

Sito Web e App

Smartphone, tablet e altri device

Applicazioni per l’ascolto di audio e video in Streaming e On Demand, lettura articoli in formato testo, utilizzo di servizi interattivi.

Cos'è un OTT?

L’AGCOM definisce Over-The-Top (in acronimo OTT) le imprese che forniscono, attraverso la rete Internet, servizi, contenuti (soprattutto video) e applicazioni di tipo “rich media” (per esempio, le pubblicità che appaiono mentre si naviga in un sito web e che dopo una durata prefissata scompaiono). Esse traggono ricavo, in prevalenza, dalla vendita di contenuti e servizi tramite concessionari agli utenti finali (ad esempio nel caso di Apple e del suo iTunes) o di spazi pubblicitari, come nel caso di Google e Facebook. Gli utenti possono accedere ai contenuti tramite qualsiasi tipo di unità con una connessione a banda larga.

Tali imprese, prive di una propria infrastruttura, agiscono al di sopra delle reti, da cui il termine Over-The-Top. Il vantaggio delle OTT è che non hanno a proprio carico i costi relativi alla trasmissione ed alla gestione della rete (come per la televisione tradizionale via digitale terrestre e via digitale satellitare), che gli altri broadcaster normalmente sostengono. Si rivolgono inoltre a un mercato globale con spese di gestione e organici ridottissimi.

Nel mondo pochi grandi gruppi OTT (Amazon, Facebook e Google) detengono il 75% della raccolta pubblicitaria su Internet.
In Italia, nel 2019 la raccolta pubblicitaria delle piattaforme OTT ha superato la quota di pubblicità raccolta dalla radio, dalla stampa e dall’online non OTT messi insieme. (Informazioni tratte da Wikipedia)

Competi alla pari con gli OTT!

L'Ecosistema Open Radio
per l'audio digitale.
Con il tocco umano.

 

 

 

 

L'Ecosistema
Open Radio
per l'audio digitale.
Con il tocco umano.

 

 

 

 

L'Ecosistema Open Radio
per l'audio digitale.
Con il tocco umano.

 

 

Piattaforma

Intelligenza artificiale e software applicati all'audio digitale.

Partner

Fornitori di servizi integrati nella piattaforma.

Persone

Professionisti con competenze editoriali, tecniche e commerciali.

Clienti

Editori di media tradizionali e digitali, agenzie e aziende.

Contatta il team Open Radio

Contatta
il team Open Radio

15 + 7 =

Questo sito usa i cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi